icona facebook spedirete  icona google+  icona twitter  icona youtube  icona linkedin

banner concettuale spedizioni merci


Giovedì, 11 Febbraio 2016 11:37

"Fresh food corridors": anche il porto di Venezia coinvolto nell'ambizioso progetto

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il progetto “Fresh Food Corridors” approvato dal bando “Connecting Europe Facility” del 2014 è ormai partito e sta per diventare realtà. L’obiettivo di questa interessante e rivoluzionaria iniziativa sarà quello di favorire la creazione di un “corridoio logistico” per permettere la circolazione ed il passaggio dei prodotti agri-food che arrivano dal Medio Oriente.
In particolare, i porti di Capodistria, Venezia e Marsiglia sono stati selezionati per prendere parte al “Fresh Food Corridors”: saranno proprio loro i gateway del Mediterraneo preposti alla creazione di nuove catene logistiche per il passaggio e dei prodotti refrigerati (container reefer) e delle merci deperibili.
Tali prodotti provengono da Israele-Giordania-Palestina e per la prima volta transiteranno nei citati scali che si occuperanno di smistarli ai mercati europei.

Il progetto “Fresh Food Corridors”: gli obiettivi e i Paesi coinvolti

Per potenziare e realizzare il nuovo “corridoio logistico” nell’ambito del progetto “fresh food corridors”, verranno creati due nuovi corridoi dal porto di Cipro e di La Spezia. Un progetto davvero ambizioso che mira ad integrare e a potenziare il trasporto e la logistica dell’Europa. Ed è per questo che l’Unione Europea ha approvato l’erogazione di un co-finanziamento di 10 milioni di euro ovvero il 50% del costo dell’intera operazione che ha un valore di 21 milioni di euro.
Entreranno a far parte dell’interessante progetto Slovenia, Cipro, Italia e Francia insieme ad alcuni Paesi che non fanno parte dell’Unione Europea come la Giordania, Palestina, Israele ed Egitto.
Un progetto che coinvolge, inoltre, numerosi altri soggetti del mondo della logistica come esportatori, shipping lines, spedizionieri, operatori ferroviari, porti e terminal.

“Fresh Food Corridors”: il coinvolgimento del porto di Venezia

E’ il porto di Venezia uno degli snodi centrali e degli attori cruciali dell’intero progetto. In particolare, il porto di Venezia mira a sviluppare il “corridoio veneziano” e, per questo motivo, investirà 1,5 milioni di euro nel progetto.
Andrea Cosentino, general Manager di Vls - Veneta Lombarda Srl, ha utilizzato toni entusiastici parlando del progetto “Fresh Food Corridors”. Cosentino ha dichiarato: “Si tratta di una iniziativa storica considerata l’importante innovazione tecnologica collegata a questo progetto che permetterà per la prima volta in assoluto il trasporto delle merci refrigerate in arrivo dai luoghi di produzione direttamente al luogo di destino attraversando il continente europeo con l’utilizzo dello stesso mezzo di trasporto “container frigorifero marittimo”. Il tutto senza alcuna manipolazione delle merce che verrà trasportata sempre a temperatura controllata.

Il progetto “Fresh Food Corridors”: gli step per la sua realizzazione

Il progetto “Fresh Food Corridors” verrà realizzato in due diverse fasi. Nel corso della prima fase, i soggetti attivi verificheranno la reale tenuta logistica dell’intero sistema. Nella seconda fase, invece, verrà implementato un nuovo innovativo sistema di autoalimentazione elettrica la cui energia verrà prodotta dal movimento del treno. Si tratta di una nuovissima tecnologia che permetterà di trasportare le merci deperibili su mezzi refrigerati – senza soluzione di continuità - verso i mercati europei.
L’iniziativa “Fresh Food Corridors” si inserisce nell’ambito del più ampio progetto di sviluppo delle “Autostrade del Mare”. Un progetto nato e creato per migliorare il trasporto delle merci in entrata in Europa e per controllare, in tempo reale, il trasporto delle merci stesse in modo da garantire visibilità, sicurezza e trasparenza all’intero processo.

 

Letto 762 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

 

 

 

 bottone richiedi preventivo

 Diventa Partner

 

 

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie del network delle spedizioni.