Stampa questa pagina
Venerdì, 05 Giugno 2015 17:31

Consegne sempre più green: TNT e GLS dicono sì al rispetto dell'ambiente

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Bicicletta elettrica a pedali TNT Bicicletta elettrica a pedali TNT

Nella Giornata Mondiale dell’Ambiente abbiamo deciso di parlarvi di un’iniziativa avviata in Italia da due tra i più importanti corrieri espresso: TNT e GLS dicono sì al rispetto dell’ambiente mettendo in gioco mezzi ecosostenibili per il trasporto delle merci.
In un mondo sempre più sofferente a causa dell’inquinamento prodotto dall’evoluzione industriale, sono sempre più numerosi i settori in cui si cerca di dare un freno ai danni ambientali provocati, attraverso la promozione di attività che consentano, se non proprio di eliminare, perlomeno di limitare l’impatto ambientale.


Summit, riunioni, eventi di livello mondiale da soli non bastano ad arrestare questo meccanismo giunto ormai ad un drammatico stato di avanzamento. Il passo più importante deve essere compiuto da chi, in prima persona, causa tali danni: le aziende, le multinazionali, le industrie nonché i singoli cittadini. All’interno di questa catena di conseguenze sono state così realizzate normative volte ad incentivare tutte le imprese che decidono di impegnarsi nella riduzione dei danni ambientali attraverso l’utilizzo di mezzi e strutture ecosostenibili. In tal modo qualche risultato lo si è visto anche se, però, la strada da percorrere è ancora molto lunga.


Il settore dei Trasporti è forse quello più responsabile dell’inquinamento ambientale, per cui, in un contesto mondiale in cui l’ecosostenibilità rappresenta una priorità, sono necessarie delle manovre che permettano di porre rimedi tempestivi ai danni già causati all’ambiente, nonché di limitarne quelli futuri. Da un po’ di tempo effettivamente sono stati escogitati dei piani logistici pensati ad hoc per ottimizzare il trasporto delle merci senza arrecare danni o compromettere l’efficienza dei servizi. Le line direttrici attraverso le quali agire concretamente  risultano essere molteplici, ed è così che è stato dato il via ad iniziative green basate sulla sostituzione dei mezzi tradizionali in favore di mezzi dotati di motori più efficienti con tecnologie ibride o elettriche, sull’adozione di sistemi di monitoraggio che permettano di ridurre al minimo indispensabile l’uso del carburante e sul ricorso a fonti energetiche pulite o ad impatto zero.


Alla luce di questi aggiornamenti anche in Italia qualcosa comincia a muoversi nel settore logistico, in particolare quello dei corrieri espresso. È così che due grandi aziende leader nel campo delle spedizioni, Tnt e Gls, hanno deciso di contribuire alla riduzione dell’inquinamento mettendo in moto, anzi spegnendo, i mezzi ad elevata emissione di CO2 ed attivando mezzi a zero impatto ambientale. Ma, contrariamente all’innovazione tecnologica, non si tratta di utilizzare mezzi super innovativi ma semplicemente di rispolverare i vecchi mezzi non inquinanti: le biciclette. Ed è così che torna in voga la storica due ruote che utilizza come carburante la sola energia umana e che, inoltre, aiuta l’uomo a tenersi in forma, favorendo così anche la diminuzione del tasso di obesità.


Se la promozione di soluzioni ecologicamente sostenibili è la ragione primaria di queste scelte, il raggiungimento delle ZTL (zone a traffico limitato) sicuramente rappresenta un altro elemento determinante nella scelta dell’utilizzo di questo mezzo. L’uso delle biciclette piuttosto che dei furgoni permette infatti ai corrieri di arrivare più velocemente all’interno delle zone in cui non è concesso l’ingresso a tutti i mezzi. Maggiore celerità, maggiore efficienza dei servizi, minore inquinamento e maggiore rispetto degli ambienti urbani: l’eco sostenibilità non è poi così male!!! Quale saranno i prossimi passi verso la logistica sostenibile? Lo scopriremo strada facendo.

Letto 2814 volte Ultima modifica il Venerdì, 05 Giugno 2015 18:42
Viviana Napoli

Ultimi da Viviana Napoli

Devi effettuare il login per inviare commenti