icona facebook spedirete  icona google+  icona twitter  icona youtube  icona linkedin

banner concettuale spedizioni merci

Viviana Napoli

Viviana Napoli

Venerdì, 07 Agosto 2015 12:20

Spedire ad Agosto con SpedireAdesso.com

SpedireAdesso.com, l’azienda leader delle spedizioni on line, comunica ai clienti che, in occasione delle vacanze estive, gli uffici rimarranno chiusi per un brevissimo periodo: dalle ore 12:00 di giovedì 13 agosto fino alle ore 09:00 di lunedì 17 agosto. I clienti potranno comunque inviare gli ordini di spedizione per pacchi o buste che saranno elaborati a partire dalle ore 09:01 di lunedì 17 agosto. Per quanto riguarda la spedizione di pallet, invece, l’azienda informa che il servizio di ritiro è già sospeso e riprenderà in data 24 agosto. I clienti che vogliono richiedere un preventivo per la spedizione di pallet possono farlo durante tutto il mese poiché questi saranno comunque elaborati ma il ritiro potrà essere effettuato solo a partire da lunedì 24 agosto. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere il comunicato ufficiale sul blog dell’azienda oppure a contattarli tramite telefono, live chat, e-mail, skype, facebook, twitter o google+: un operatore sarà a vostra disposizione dalle 09:00 alle 18:00 dal lunedì al venerdì.
Buone vacanze da SpedireAdesso.com!

Mercoledì, 22 Luglio 2015 11:04

Ritiri e consegne più semplici con IoRitiro.it

Nuove soluzioni per chi deve spedire ma non può rimanere in casa ad aspettare il corriere.


Da circa un anno è nato in Italia un portale che rappresenta una vera e propria “portineria personale” permettendo ai clienti di ricercare la soluzione migliore per ricevere o consegnare i propri pacchi: IoRitiro.it.
La maggior parte dei problemi relativi alla spedizione di pacchi risiede nella complicata gestione dei ritiri e delle consegne dovuta sia dall’impossibilità dei corrieri di fornire l’orario preciso di ritiro o consegna, sia dalla mancanza dei clienti di farsi trovare in casa nel giorno prestabilito. Per porre fine a questi inconvenienti e facilitare la situazione di entrambe le parti è nato, nel febbraio 2014, IoRitiro, un sito che permette di poter consegnare o ricevere le proprie spedizioni in una delle sedi più vicine al proprio domicilio, saltando così le attese in casa dei clienti o i viaggi a vuoto dei corrieri. Il servizio è fruibile esclusivamente per i pacchi che non superano 1.80 m di altezza e 15 kg di peso e per le buste che con superano i 3 cm di spessore e 0.5 kg di peso. Ciò è stato reso possibile grazie alla messa in atto di un network di piccole e medie imprese che hanno messo a disposizione le proprie sedi come access point. Bar, tabaccherie, supermercati, negozi vari, adesso potranno fungere da luoghi in cui poter ritirare o consegnare il proprio pacco nel momento in cui si è disponibili.

Mercoledì, 08 Luglio 2015 16:21

Arrivano a Roma i DHL Packstation

Già l’anno scorso si era sentito parlare dei DHL Packstation, inaugurati ad aprile 2014 nel centro del capoluogo lombardo. A luglio 2015 DHL torna a far parlare di sé con l’apertura di 4 nuove strutture a Roma.

 

Cosa sono le Packstation?

Le DHL Packstation sono dei box self service realizzati per automatizzare la consegna e, da poco, anche il ritiro dei pacchi aperti 24 ore su 24, 7 giorni su 7. L’idea geniale realizzata da DHL ha lo scopo principale di ridurre l’inquinamento ed i costi di spedizione. Grazie a queste soluzioni green, infatti, i clienti possono tranquillamente lasciare o ritirare i propri pacchi direttamente presso il box più vicino, evitando così ai corrieri di sprecare tempo e carburante. Ma i giovamenti non riguardano solo l’ambiente, bensì soprattutto i clienti, da sempre al centro dell’interesse del colosso della logistica internazionale. La scelta di introdurre queste aree di ritiro e consegna è stata presa per permettere di agevolare tutti quei clienti che non possono stare ad aspettare tutto il giorno a casa i corrieri attraverso un alternativa innovativa, ecosostenibile e sempre operativa. In questo modo si diminuisce anche il numero di spedizioni non consegnate a causa dell’assenza del destinatario oltre che ridurre notevolmente l’inquinamento causato dal delivery door to door.

Martedì, 30 Giugno 2015 17:49

Spedire Alimenti: cosa bisogna sapere

 

Gli alimenti sono forse i prodotti più spediti al mondo, soprattutto dagli italiani. La possibilità di far degustare un prodotto tipico della nostra terra ai nostri amici lontani oppure di far riassaporare i biscotti della nonna ai nostri figli partiti per un periodo di studio all’estero è qualcosa di inestimabile valore e di cui non riusciamo proprio a fare a meno. Ma le ragioni per cui nel mondo è largamente diffusa la tendenza a spedire alimenti possono essere non solo strettamente personali. Pensiamo, ad esempio, all’esportazione e all’importazione di prodotti alimentari a scopo commerciale e promozionale, come sta accadendo in questo periodo a Milano per via dell’EXPO 2015, la più grande esposizione universale riguardante l’alimentazione e la nutrizione in cui verranno esposti, in più di 1,1 milioni di metri quadrati, prodotti alimentari tipici provenienti da tutte le parti del mondo.

 

Norme, regolamentazioni e procedure per Spedire Alimenti

Nel campo della logistica il trasporto di alimenti è ampiamente diffuso e governato da leggi e normative molto rigide che comportano l’impiego di procedure e mezzi di trasporto adeguati oltre che il possesso di certificati idonei come l’HACCP. Gli alimenti rappresentano una categoria di prodotti abbastanza ampia. Quando si parla di spedizione di prodotti alimentari, infatti, bisogna effettuare una distinzione tra i diversi tipi. Esistono alimenti facilmente deperibili che hanno bisogno di essere trasportati seguendo la catena del freddo, ovvero attraverso procedure e mezzi particolari che li mantengano a temperature controllate per garantirne la qualità e l’integrità. Rientrano in questa categoria la carne, il pesce, i formaggi freschi, la pasta fresca, la verdura, la frutta ed i surgelati..

Vi sono poi alimenti non facilmente deperibili che non hanno quindi la necessità di viaggiare a temperature rigidamente controllate, ma che comunque devono essere trasportati per mezzo di corrieri dotati di certificazioni pertinenti rilasciate dalle autorità di competenza. Tra questi, rientrano cereali, formaggi stagionati, insaccati, biscotti, alimenti in scatola che non contengono prodotti facilmente deperibili.

Corrieri Espresso e spedizione alimenti

Prima di spedire alimenti bisogna perciò capire a quale corriere affidarsi a seconda della tipologia di prodotto da spedire. Esistono diverse compagnie di trasporto che propongono servizi di spedizione a temperatura controllata come, per citarne alcuni, DHL FOOD EXPRESS, PHSE Special Services, FedEx, UPS Temperature True, VERONA Speed e Gambino Group.
Per la spedizione di alimenti non facilmente deperibili potete invece affidarvi, oltre che ai soliti corrieri, anche ai siti di spedizione i quali, attraverso convenzioni stipulate con i corrieri, riescono a facilitarvi le procedure e a risparmiare. Tra questi segnaliamo SpedireAdesso.com. Quest’azienda utilizza corrieri che offrono la possibilità di spedire alimenti non facilmente deperibili ed esclusi dalla lista degli oggetti proibiti presente sul sito. Se avete intenzione di spedire alimenti con SpedireAdesso.com dovrete perciò fare attenzione alla regolamentazione, ai limiti e ai divieti dell’azienda.


Spedire alimenti con SpedireAdesso.com

Spedire alimenti con SpedireAdesso.com è possibile attraverso pochi e semplici passi. Innanzitutto accertatevi che i prodotti che volete spedire non siano inclusi nella lista degli oggetti proibiti. Nel caso in cui dovreste avere ancora qualche dubbio potrete sempre contattare uno degli operatori del servizio assistenza disponibili dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 18:00 mediante telefono, live chat, e-mail oppure social network. Una volta chiarito ogni dubbio potrete quindi iniziare a comporre il pacco. Anche in questo caso troverete sul sito informazioni utili su come imballare un pacco e sul materiale per imballaggio. Successivamente dovrete compilare il modulo di ordine immettendo i dati del mittente, del destinatario e del pacco, indicare la data di ritiro e procedere con il pagamento. Dopo di ciò, SpedireAdesso.com vi invierà un e-mail di conferma in cui sarà allegata un’etichetta di spedizione. Sarà necessario ed importante che voi stampiate ed incolliate l’etichetta al pacco. Infine non vi resterà altro che aspettare che il corriere venga a ritirare il pacco nel giorno da voi prestabilito comodamente seduti sulla poltrona di casa.
Se si presta attenzione e si rispettano le regole di spedizione, spedire alimenti con SpedireAdesso.com risulterà molto semplice, sicuro, veloce e conveniente. E’ possibile spedire dall’Italia all’Europa un pacco che arrivi a pesare fino a 50 kg a partire da 29,00 euro iva compresa. Il prezzo ed i tempi di consegna variano a seconda della zona di partenza e di arrivo del pacco e sono ideati per riuscire a soddisfare le esigenze dei clienti.

Nella Giornata Mondiale dell’Ambiente abbiamo deciso di parlarvi di un’iniziativa avviata in Italia da due tra i più importanti corrieri espresso: TNT e GLS dicono sì al rispetto dell’ambiente mettendo in gioco mezzi ecosostenibili per il trasporto delle merci.
In un mondo sempre più sofferente a causa dell’inquinamento prodotto dall’evoluzione industriale, sono sempre più numerosi i settori in cui si cerca di dare un freno ai danni ambientali provocati, attraverso la promozione di attività che consentano, se non proprio di eliminare, perlomeno di limitare l’impatto ambientale.


Summit, riunioni, eventi di livello mondiale da soli non bastano ad arrestare questo meccanismo giunto ormai ad un drammatico stato di avanzamento. Il passo più importante deve essere compiuto da chi, in prima persona, causa tali danni: le aziende, le multinazionali, le industrie nonché i singoli cittadini. All’interno di questa catena di conseguenze sono state così realizzate normative volte ad incentivare tutte le imprese che decidono di impegnarsi nella riduzione dei danni ambientali attraverso l’utilizzo di mezzi e strutture ecosostenibili. In tal modo qualche risultato lo si è visto anche se, però, la strada da percorrere è ancora molto lunga.


Il settore dei Trasporti è forse quello più responsabile dell’inquinamento ambientale, per cui, in un contesto mondiale in cui l’ecosostenibilità rappresenta una priorità, sono necessarie delle manovre che permettano di porre rimedi tempestivi ai danni già causati all’ambiente, nonché di limitarne quelli futuri. Da un po’ di tempo effettivamente sono stati escogitati dei piani logistici pensati ad hoc per ottimizzare il trasporto delle merci senza arrecare danni o compromettere l’efficienza dei servizi. Le line direttrici attraverso le quali agire concretamente  risultano essere molteplici, ed è così che è stato dato il via ad iniziative green basate sulla sostituzione dei mezzi tradizionali in favore di mezzi dotati di motori più efficienti con tecnologie ibride o elettriche, sull’adozione di sistemi di monitoraggio che permettano di ridurre al minimo indispensabile l’uso del carburante e sul ricorso a fonti energetiche pulite o ad impatto zero.


Alla luce di questi aggiornamenti anche in Italia qualcosa comincia a muoversi nel settore logistico, in particolare quello dei corrieri espresso. È così che due grandi aziende leader nel campo delle spedizioni, Tnt e Gls, hanno deciso di contribuire alla riduzione dell’inquinamento mettendo in moto, anzi spegnendo, i mezzi ad elevata emissione di CO2 ed attivando mezzi a zero impatto ambientale. Ma, contrariamente all’innovazione tecnologica, non si tratta di utilizzare mezzi super innovativi ma semplicemente di rispolverare i vecchi mezzi non inquinanti: le biciclette. Ed è così che torna in voga la storica due ruote che utilizza come carburante la sola energia umana e che, inoltre, aiuta l’uomo a tenersi in forma, favorendo così anche la diminuzione del tasso di obesità.


Se la promozione di soluzioni ecologicamente sostenibili è la ragione primaria di queste scelte, il raggiungimento delle ZTL (zone a traffico limitato) sicuramente rappresenta un altro elemento determinante nella scelta dell’utilizzo di questo mezzo. L’uso delle biciclette piuttosto che dei furgoni permette infatti ai corrieri di arrivare più velocemente all’interno delle zone in cui non è concesso l’ingresso a tutti i mezzi. Maggiore celerità, maggiore efficienza dei servizi, minore inquinamento e maggiore rispetto degli ambienti urbani: l’eco sostenibilità non è poi così male!!! Quale saranno i prossimi passi verso la logistica sostenibile? Lo scopriremo strada facendo.

Mercoledì, 20 Maggio 2015 15:27

INTRALOGISTICA ITALIA - 19/23 MAGGIO 2015

INTRALOGISTICA ITALIA 2015 - International trade Fair Materials Handling, Intralogistics and Logistics - è un evento realizzato da Deutsche Messe AG – CeMAT Hannover con la collaborazione di Ipack-Ima Spa, al seguito del successo registrato da Intralogistica ad Hannover 2014, riguardante la logistica, l’intralogistica e la movimentazione merci che si terrà a Rho (Milano) dal 19 al 23 maggio 2015 presso FieraMilano.


Intralogistica Italia rappresenta un’occasione unica e un’opportunità di sviluppo per le aziende italiane operanti nei settori relativi alla logistica nazionale ed internazionale poiché permetterà di conoscere tutte le ultime novità riguardanti la logistica oltre che offrire la possibilità di dibattere su metodi e strumenti di gestione come, ad esempio, movimentazione industriale, stoccaggio dei materiali, picking, ecc. Due i punti di forza della manifestazione:
-    I numerosi convegni e workshop e le aree espositive;
-    La concomitanza con Expo Milano e altri importanti eventi di livello globale sulla logistica. 

Pagina 3 di 3

 

 

 

 bottone richiedi preventivo

 Diventa Partner

 

 

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle notizie del network delle spedizioni.